Patataridens

Il blog della comicità al femminile

Santo Natale o saldo Natale?

Ah, che meraviglia il Natale: la neve, gli addobbi, i regali e le molestie dei parenti!

Sì, durante le feste i parenti, che per tutto l’anno se ne sono stati più o meno quieti nel loro angolino, iniziano ad accampare pretese assurde e a farvi due palle che neanche l’albero di Natale può competere!

natale3La coordinatrice di questa demolizione di scatole, in genere, è vostra madre che impartirà ordini a raffica: “Chiama zia Silvana, manda un bigliettino al cugino Vincenzo, compra un barattolo di caffè per zia Carlotta, prendi un pandoro per diabetici a zia Claudia, va a trovare tua cugina Piera e porta a tutti un regalino!”

“Ma mamma” risponderete voi, “è proprio necessaria tutta ‘sta manfrina? In fondo questa bella gente non la sentiamo per tutto l’anno e, se non la sentiamo, ci sarà un perché, no?”

A quel punto, vostra madre sfodererà tutte le più raffinate tecniche per instillarvi il senso di colpa. Le madri più abili, talvolta, riescono persino a simulare un principio di infarto.

“Figlia degenere!” singhiozzerà, “vuoi darmi questo dispiacere proprio a Natale? Vuoi che i parenti si offendano? Vuoi che non ci parlino più?”

Sì, vi piacerebbe che i parenti non vi parlassero più, ma sapete benissimo che quella del “non parlare più” è una promessa che nessuno mantiene.

E così vi ritroverete a sgomitare in negozi affollati, nel tentativo di acquistare paccottiglia a prezzi assolutamente gonfiati.

Personalmente ogni anno mi riprometto di fare gli acquisti fuori stagione, magari durante i saldi della stagione precedente, ma poi finisco sempre per ridurmi all’ultimo minuto.

Il bagnoschiuma al mughetto per la zia Flora, che fino a un mese fa costava 5 euro, oggi è salito a otto, però è confezionato in uno splendido sacchetto ornato da renne. Il solito barattolo di caffè da dieci euro in questi giorni ne costa quindici, però il tappo della lattina è di un bel colore dorato.

E come se i parenti non bastassero, ci si mettono anche le amiche (o le sedicenti tali) che magari non vedete né sentite da giugno ma che, sotto Natale, si attivano e vi mandano il seguente sms: “dobbiamo assolutamente vederci prima di Natale!

Ma perché prima? Dopo ti starò sul culo?

Incomincia così un tour de force di pizze e aperitivi ai quali non potete certo presentarvi a mani vuote!

Ed eccovi di nuovo in negozi, sempre più affollati, a comprare altre cianfrusaglie a prezzi esorbitanti.

Al telegiornale vi raccontano che c’è la crisi e i negozi sono vuoti ma questo forse è vero per i negozi con merce costosa, i franchising da morti di fame (quelli che frequento io per salvare almeno qualche briciola di tredicesima), traboccano di acquirenti compulsivi e inferociti!

SPIRITO NATALIZIO

SPIRITO NATALIZIO

Amiche mie, visto che i parenti ce li ha dati il cielo e dobbiamo ciucciaceli, cerchiamo di essere clementi almeno tra di noi!

Non è affatto necessario vedersi prima di Natale, anzi, vediamo a gennaio, quando i prezzi saranno precipitati e potremo permetterci regali dignitosi e – volesse il cielo – utili!

Anziché per il Santo Natale, incontriamoci a metà gennaio per il Saldo Natale!

Seguici su facebook

SEGUICI SU FACEBOOK

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: