Patataridens

Il blog della comicità al femminile

Il “mai più senza*” delle vacanze di Natale 2014

Nel medioevo si diceva che il miglior compagno che un viaggiatore potesse avere fosse un bastone e oggi, a distanza di secoli, la storia pare ripetersi. Qualche giorno fa mi trovavo nel centro di Roma a godermi un paio d’ore di turistico cazzeggio. Bighellonavo in piazza Venezia quando, con la coda dell’occhio, ho notato un venditore ambulante che brandiva un mazzo di quelle che a me sono sembrate racchette da sci. Non ho fatto in tempo a chiedermi perché cavolo qualcuno dovesse sentire la necessità di acquistare delle racchette da neve nel centro di Roma, che un altro venditore mi si è parato davanti, mostrandomi dei bastoni corti e spessi che per forma e dimensione potevano ricordare dei manganelli. Approfittando di un mio momento di empasse, il venditore ambulante ha allungato il dispositivo telescopico di uno dei manganelli, facendolo diventare tale e quale alle racchette di poco prima. Avrei voluto sapere quali segreti celasse quella diavoleria, ma la vita mi ha insegnato che è meglio evitare di fare domande ai venditori ambulanti, onde scongiurare prolisse contrattazioni e inopportuni pedinamenti. bastone da SelfieHo proseguito il mio percorso verso i Fori imperiali, e ogni tre passi un ragazzo dall’incarnato caramello mi metteva sotto il naso i misteriosi bastoni telescopici.  Schivandoli e saltanndoli come in un videogioco anni ’80, sono finalmente giunta nei pressi del Colosseo, dove la verità sugli enigmatici bastoni mi è apparsa in tutta la sua sconcertante banalità: davanti a una delle tante rovine, una giovane turista orientale brandiva sorridendo uno dei sopra menzionati bastoni, in fondo al quale era appoggiato, mediate apposito sostegno, il suo cellulare. La ragazza ha schiacciato un pulsantino sul manico e – prodigio del demonio – il cellulare le ha scattato una foto. Mi sono fermata folgorata: stavo assistendo all’evoluzione del selfie! Basta con i faccioni abnormi, i nasi schiacciati e i colli ritorti a causa della vicinanza con la fotocamera, oggi grazie al bastone da selfie possiamo “finalmente” realizzare magnifici e ariosi autoritratti con sfondi panoramici; senza doverci trascinare in vacanza degli amici che ci fotografino né tantomeno scomodare un passante chiedendogli la cortesia di  immortalarci (rischiando, tra l’altro, di fare delle nuove conoscenze…bleah!). Mi sono guardata intorno, tanti turisti erano muniti del loro rivoluzionario bastone; alcuni lo usavano in gruppo per “i ritratti di famiglia”, ma la maggior parte si fotografava in solitudine, pur avendo accanto dei compagni di viaggio che, a loro volta, si “selfavano” per conto proprio.

Un altro ambulante si è avvicinato con i magici bastoni: “No grazie” ho scandito finalmente a ragion veduta, trattenendo il forte desiderio di aggiungere “non mi serve quel trabiccolo per farmi le foto, grazie al cielo ho degli amici”.

natale con i tacchi

* “Mai più senza” – mitica rubrica dell’ancor più mitica rivista Cuore

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: