Patataridens

Il blog della comicità al femminile

Torino: controlli di sicurezza in tilt per un presunto manganello che in realtà era… un vibratore!

Oggi le maggiori testate giornalistiche – almeno nelle versioni online – riportavano sulla pagina di Torino una notizia alquanto singolare e con immediati risvolti comici: una pellegrina in coda per vedere la Sindone viene fermata ai controlli di sicurezza per un oggetto contenuto nella sua borsa, che sui monitor dell’apparecchiatura a raggi X ha fatto pensare a un manganello. I controlli effettuati sulla borsa della signora hanno invece rivelato la presenza di un vibratore.

La mia mente si è subito scatenata!

1° pensiero: poveraccia…. Che sfiga!

2° pensiero: è un post perfetto per il mio blog

3° pensiero: o il vibratore era davvero un modello per clientela esigente, o gli addetti alla sicurezza hanno paura anche dei manganelli formato playmobil.

4° pensiero: in quella situazione quale scusa avrei usato?

  • Davvero non so come questo coso sia finito qui dentro… Giuro che è la prima volta che lo vedo, anzi, potrebbe dirmi di cosa si tratta?
  • Lo sto tenendo per un’amica
  • Ieri ero a un addio al nubilato, c’è stata una tombolata e questo era il premio per la cinquina
  • Sono entrata in un negozio a chiedere un’informazione, solo dopo ho capito che era un sexy shop e proprio non ho osato andar via senza comprare qualcosa
  • Non ci crederà ma era nella dotazione della camera dell’albergo, insieme ai flaconcini di shampo, alle saponettine e alle pantofole usa e getta. Io quando la roba e gratis non resisto e metto tutto in borsa!

5° pensiero: ma gli addetti alla sicurezza un pacchetto ci c*zz* propri, biologici o vibranti che siano, non poteva farseli? raggi xInsomma, fai la verifica com’è giusto, apri la borsa della signora ma una volta constatata la presenza dell’imbarazzante giocattolino, nonché l’assenza di una minaccia per la sicurezza, chiudi la cerniera e anche la boccaccia! Portare un vibratore in pellegrinaggio sarà poco rispettoso, ma per parafrasare un motto anni ’70, la borsa è mia e me la gestisco io! Se al suo interno non ci sono oggetti che potrebbero compromettere l’altrui sicurezza tu guarda e taci. Magari la sera ne riderai al bar con gli amici, ma fa in modo che tra quegli amici non ci siano i giornalisti delle principali testate italiane!

pubblicità gennaio

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Information

This entry was posted on April 22, 2015 by in Agrodolci and tagged , , , , , .
%d bloggers like this: