Patataridens

Il blog della comicità al femminile

Capodanno: cose stupide da fare per garantirsi un anno fortunato

Se dovessi scegliere di essere un giorno dell’anno, di certo non vorrei essere Capodanno: troppa aspettativa, troppa concitazione e, soprattutto, troppa superstizione. Se san Valentino ha il compito di farci sentire sfigate in amore, Capodanno ha la facoltà di farci sentire sfigate in generale. Primo dilemma: dove si va? Già perché se non troverete qualcosa di divertente da fare, automaticamente vi sentirete un grumo di sfiga (e trovare qualcosa di divertente da fare a Capodanno non è affatto facile, vedi Cronache di un agghiacciante veglione).
Una volta individuato il luogo nel quale festeggiare, il secondo passo sarà fare in modo di ingraziarsi la sorte per l’anno nuovo attraverso consolidati, quanto inattendibili, riti pagani.images (2)
Abbigliamento: a Capodanno bisogna indossare qualcosa di nuovo e delle mutande rosse. Non so se un paio di mutande rosse nuove di per sé possano rispondere a entrambi i requisiti, ma se sete superstiziose è meglio non rischiare.
Pietanze: se non volete trascorrere un nuovo anno tra le ristrettezze economiche dovrete fare in modo di consumare delle lenticchie, ciò a mia esperienza non garantisce un’annata florida, ma certamente propizia un inizio d’anno ricco di flatulenze. Oltre alle lenticchie dovrete mangiare anche del melograno e ingollarvi dodici (non uno di più e non uno di meno) chicchi d’uva.
Brindisi: appena scoccata la mezzanotte, secondo la tradizione, dovrete schioccare almeno un bacio sulle labbra di qualcuno, bere un bicchiere di vino e gettare qualcosa di vecchio dalla finestra. Se la cosa vecchia che vi ha davvero stufato è il vostro uomo, evitate di gettar lui dalla finestra, sia per il fatto che si tratta di un’azione penalmente perseguibile, sia perché potreste trovarvi senza labbra sulle quali schioccare il già menzionato bacio propiziatorio.
Risveglio: finalmente la festa è finita, potrete andarvene tranquillamente a dormire, ma non crediate che le stregonerie domestiche siano finite. Al vostro risveglio, affinché l’anno nuovo sia davvero fortunato, dovrete piazzarvi sul balcone in attesa di avvistare il primo passante (mettetevi una vestaglia però, vi ricordo che la sera prima vi siete abbuffati di lenticchie che, con il freddo, possono ingenerare una reazione intestinale letale). Se il primo passante che vedrete sarà un uomo, l’anno sarà prospero, se avvisterete una donna, allora vi sarete ingozzate di lenticchie per niente.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: