Patataridens

Il blog della comicità al femminile

Cose che ho imparato in America – l’anello di castità e purezza

All’ultimo anno delle scuole medie – o forse era il primo delle superiori? – passavo l’intervallo, sola soletta, seduta su di un muretto a sgranocchiare il mio panino, leggendo fumetti. anello purezzaDevo ammettere che, a quei tempi, non ero certo l’anima della festa (o in questo caso dell’intervallo). Il sesso era ancora lontano mille miglia, anche soltanto a livello progettuale. Questo ovviamente per quanto mi riguardava, perché invece c’era chi non parlava d’altro. Sì, ho detto parlava, non faceva.
Magari qualcuno che lo faceva c’era, ma nella maggior parte dei casi, come cantava Mina qualche decenni prima, erano soltanto Parole, parole, parole. Qualche volta le mie letture di Cattivik, Lupo Alberto e Comix (una rivista di fumetti ormai estinta come il dodo) erano funestate da un branco di ragazzetti che, seduti poco più in là, guardavano e commentavano l’andirivieni delle ragazze che passeggiavano a braccetto, probabilmente non soltanto con l’intento di sgranchirsi ma anche con quello di farsi ammirare.

Oh raga’, a me mi piace Cinzia” diceva il primo intellettuale.

“Lascia stare, quella non te la darà mai, è una di chiesa”.

“E allora? Mio nonno dice che figlie di Maria son le prime a darla via!”

“A me mi piace Sonia, quella sì che la dà”.

“E chi lo dice?”

“Me l’ha detto l’amico del compagno di scuola di suo cugino”.

“Secondo me quella lì si spaccia, ma nemmeno bacia con la lingua”.

Le speculazioni sull’imene di quella o di quell’altra compagna di scuola potevano andare avanti per decine di intervalli, disturbando le mie sociopatiche letture. Il problema si sarebbe potuto evitare se, come ho scoperto accadere qui in America, fossero stati in voga gli anelli di castità e purezza.

Cos’è un anello di castità e purezza?

Non immaginativi uno strumento medioevale tipo cintura di castità, l’anello di purezza non è altro che una fedina, generalmente d’argento, che le ragazze cristiane molto (ma molto) osservanti portano all’anulare sinistro, per dichiarare al mondo di non essere intenzionate a darla via, sino al matrimonio. Gli anelli di castità e purezza si portano fino al giorno del matrimonio quando saranno sostituiti dalla fede nuziale, e possono essere ornati da simboli sacri o da moniti tipo “True love waits” (il vero amore aspetta). Se anche da noi, negli anni ’90, fossero stati in voga questi anellini, probabilmente i ragazzi avrebbero evitato di speculare per infiniti intervalli su “chi la dà e chi no” e io, in tutta tranquillità, avrei potuto leggere molti più fumetti.

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: