Patataridens

Il blog della comicità al femminile

Figlie sagge: quando la voglia di ridere e danzare attraversa due secoli

Una storia briosa, sagace e soffusa da un umorismo tagliente, Figlie sagge di Angela Carter edito da Fazi Editore è uno di quei romanzi che non si dimenticano facilmente, grazie all’atmosfera deliziosamente retrò e alla rotondità dei personaggi.

Dora e Nora Chance sono due gemelle nate a sud del Tamigi, che trascorrono le loro giornate indossando vezzosi pagliaccetti di raso e sorseggiando tè, che dopo una certa ora diventa gin.figlie-sagge-light-674x1024

Al calar della notte le gemelle Chance si esibiscono al pub cantando e danzando, anche quando nessuno si è premurato di ingaggiarle.

Dora e Nora sono due esuberanti ragazze di settantacinque anni che accolgono il lettore nella propria casa, per raccontargli la storia della loro surreale e articolata famiglia di teatranti. Le stanze che il lettore è invitato a visitare sono pervase dall’odore di tè, crema emolliente, cibo per gatti e puzzo di cavolo; un odore quest’ultimo che giunge da lontano, da un altro secolo o forse persino da un’altra dimensione, evocato dallo spirito di Mrs. Chance, la nonna putativa che ha cresciuto le gemelle e che ora, dall’aldilà, sembra aver assunto il ruolo di nume tutelare. La narrazione è sensoriale: olfattiva, sonora e tattile. Il lettore percepisce gli aromi, ascolta i rintocchi in falsetto del “pendolo cornuto” e ricostruisce le vicende della famiglia grazie alle cartoline e ai vecchi articoli di giornale che Dora, la voce narrante, porge nelle sue mani con l’unica raccomandazione di maneggiarli con cura, visto che col trascorrere degli anni la carta inizia a sfaldarsi.

Ma se i ritagli di giornale si sfaldano i ricordi sono lucidi e nitidi, e narrano le vecchie glorie di un’antica dinastia di attori shakespeariani, gli Hazard, dalla quale le gemelle discendono pur non facendone parte, a causa del loro status di figlie illegittime. Dora racconta concedendosi lunghe digressioni e saltabeccando dal passato al presente; un presente che non è solo teatro dei ricordi ma anche il luogo del qui e ora, dove molte cose stanno accadendo e altre devono accadere: la festa per il centesimo compleanno del loro padre naturale alla quale sono state inaspettatamente invitate, il declino della dinastia Hazard rotolata dai palchi vittoriani sino ai quiz televisivi e la scomparsa della bella Tiffany, figlioccia e pupilla delle due anziane signore.

Figlie sagge è un libro dalle atmosfere incantate ; un viaggio in un mondo che non esiste più e che forse non è mai esistito; ma poco importerà al lettore che sarà avvinto dal fascino e dall’umorismo sottile di due irresistibili ballerine di settantacinque anni.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: