Patataridens

Il blog della comicità al femminile

Serie TV – i migliori personaggi comici femminili (e i peggiori)

Le serie TV comiche sono tra le più amate, e mai come negli ultimi anni ne sono apparse così tante. Purtroppo, se la quantità è più che soddisfacente, la qualità lascia spesso a desiderare e i personaggi proposti tendono a clonarsi, ripetersi e auto-citarsi.

Questo accade in particolar modo ai personaggi femminili, che da una serie TV all’altra, mostrano i medesimi stereotipi: la bella svampita, la sua amica bruttina e imbranata, la quattrocchi geniale e un po’ disadattata, e naturalmente la super mamma che bada a una dozzina di figli, senza rinunciare alla messa in piega cotonata in stile Beautiful.

Per fortuna, in mezzo al piattume, ogni tanto appare qualcosa di davvero originale e divertente.

In questo articolo, e in alcuni articoli a seguire, vi parlerò dei personaggi femminili delle serie comiche degli ultimi anni, che più ho apprezzato o detestato.

Il primo posto, per originalità e comicità, lo assegno a Unbreakable Kimmy Schmidt, una serie TV del 2015 prodotta da Netflix e scritta da Tina Fey (quando c’è la sua penna il risultato è una garanzia) e Robert Carlock.

6360173288556684991816740756_66895c0b05ca71902706533e17320217490e4533.jpg

La trama si ispira ad alcuni eventi di cronaca americana, e si sa che per fare comicità con le tragedie bisogna essere dei veri fuoriclasse.

Kimmy Schmidt, interpretata da EllieKemper, è una “donna talpa”, ovvero un’adolescente rapita negli anni ’90 da un sedicente santone, e liberata nel 2014 dal bunker sotterraneo nel quale viveva insieme ad altre compagne di sventura.

Una volta uscita dal bunker, Kimmy decide di non cavalcare l’onda della popolarità partecipando a talk show e programmi TV, ma di lasciarsi tutto alle spalle e di usare il risarcimento governativo che le è stato assegnato, per trasferirsi a New York e ricostruirsi una vita.

Una ex adolescente degli anni ’90 si ritrova così catapultata nella New York contemporanea, della quale non conosce nulla: Kimmy non sa cosa sia internet, non ha mai visto uno smartphone e nemmeno un pc portatile.

La protagonista deve fare i conti con ben due nuovi mondi, l’età adulta e l’era digitale, che affronterà con l’entusiasmo e l’ingenuità di chi, letteralmente parlando, non sa stare al mondo.

Accanto a questo “mostro” di ottimismo e vivacità, troviamo altri personaggi femminili assolutamente degni di nota:

Lillian, interpretata da Carol Kane, è l’anziana padrona di casa di Kimmy, impegnata in una rocambolesca opera di sabotaggio, il cui fine è quello di mantenere il suo quartiere “non alla moda”.

download (3)

Jacqueline, interpretata da Jane Krakowski (mitica!), è una donna di umili origini che è riuscita a diventare incredibilmente ricca grazie a un buon matrimonio. Di prorompenti arrampicatrici sociali le serie TV ce ne hanno mostrate tante, la più famosa tra tutte è forse la sadica Karen Walker di Will e Grace, Jacqueline ha tuttavia una caratteristica assolutamente inedita: è una nativa americana che nasconde le origini di pellerossa sotto due dita di fondotinta e una capigliatura biondo platino.

rs_560x415-140822081330-1024.Jane-Krakowski-Kimmy-Schmidt.jl_.082214_copy

Donna Maria (nella foto l’ultima a destra), interpretata da Sol Miranda, è una delle reduci del bunker, l’unica di mezza età. È di origine ispanica e nei lunghi anni di segregazione ha finto di non saper parlare l’inglese, per evitare di rapportarsi con le sue compagne di prigionia, tutte adolescenti. Donna Maria  ha sfruttato la popolarità della vicenda per lanciare un marchio di prodotti alimentari.

10270261_ori

Alla prossima settimana con i personaggi comici che più ho detestato.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: