Patataridens

Il blog della comicità al femminile

Le amiche con cui NON andare in ferie – la saputella

Siamo veramente agli sgoccioli: le vacanze sono praticamente iniziate e urge trovare una compagna di viaggio. Come ripeto sempre, siate caute ed evitate le sabotatrici, ovvero quelle donne che in città sono il dottor Jekyll, ma in vacanza diventano mister Hyde.

La Saputella (o topa di biblioteca)

L’ultima tipologia di amica con cui non andare in ferie della quale vi parlerò quest’anno è la terribile Saputella.

La Saputella è una donna loquace e interessante, ma se  la sua parlantina è gradevole durante una serata tra amici, portarsela in vacanza può rivelarsi un’esperienza a dir poco frustrante.

Le destinazioni predilette dalla Saputella sono le città d’arte e le località d’interesse storico, ma qualora vogliate passare le vostre vacanze prendendo il sole, bevendo cocktail e cazzeggiando, lei si adeguerà volentieri.

Anche la più commerciale delle cittadine marittime, per la Saputella costituirà un luogo pieno di attrattive imperdibili, sulle quali si documenterà prima della partenza e che pretenderà di visitare in vostra compagnia.

Il più grande terrore della Saputella è infatti quello di “non riuscire a vedere tutto”.

Volete andare in spiaggia? La saputella non avrà nulla in contrario, ma prima vi implorerà di fare una capatina a vedere le fondamenta di una chiesa paleocristiana (oggi inglobate da un centro commerciale), che si trovano ad appena venti chilometri dal vostro albergo. Tornando verso la spiaggia magari potreste fermarvi mezz’oretta al museo – l’unico nel raggio di 100 chilometri – dedicato ai tappi del  lambrusco, e conclusa la visita sarebbe bellissimo farvi un selfie davanti alla casa dove, cinquant’anni prima, un famoso scrittore (famoso soltanto per la Saputella e per la mamma dello scrittore stesso) ha dovuto alloggiare a causa di un guasto all’automobile.

La sera vi piacerebbe bervi un cocktail? La Saputella accetterà con entusiasmo, ma non appena vi avranno servito il Long Island Ice Tea, si sentirà in dovere di spiegarvi che quel cocktail è nato a New York ai tempi del proibizionismo, che deve il nome Ice Tea al colore e… mille altri aneddoti e curiosità della durata di sei ore e mezza!one-piece-852-manga-spoiler-capitolo-ita-eng-jap-01

Se disgustate dal panegirico manderete indietro il Long Island ordinando un chinotto, lei vi descriverà le proprietà nutrizionali dell’agrume, vi delizierà con i dettagli sulla sua coltivazione e citerà persino le normative europee che ne regolamentano l’esportazione.

Soluzioni?

La Saputella sa tante cose, vuole saperne altre e desidera rendervene partecipi.

Non lo fa per cattiveria, ciò non di meno è una gran rompipalle.

Per renderla inoffensiva è necessario farle dimenticare – almeno temporaneamente – tutte le cose che conosce; quindi non rimandate indietro il Long Island, datelo a lei e poi rifilatele anche un Mojito, specificando che la leggenda vuole che sia stato inventato da Hemingway. Riempitela di alcol e di aneddoti, sino a quando la sbronza avrà spento la sua “saputellagine”, rendendola una donna adorabile.

Ps: psicologicamente parlando scrivere di questa sabotatrice non è stato affatto facile perché… la saputella sono io!

lavoriincorso

SCRITTURA IN CORSO

Comunque quest’anno non saboterò le vacanze a nessuno, perché me ne starò nel mio studio (leggi cucinino), a lavorare a un romanzo.

Buone vacanze da Patataridens, ci rileggiamo a settembre!

PS 2: E tu che sabotatrice sei?

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: