Patataridens

Il blog della comicità al femminile

San Valentino – strategie di sopravvivenza

Tra due settimane, implacabile come una maledizione biblica, ricorrerà nuovamente la festa di San Valentino; quindi tanto vale farvene una ragione e organizzare per tempo la vostra strategia di sopravvivenza.

San Valentino è una festa devastante non soltanto per chi è single, ma anche  e soprattutto per gli appaiati, che si ritrovano a dover affrontare mille dilemmi (tutti piuttosto stupidi, a dire il vero).

Per minimizzare i danni san – valentineschi, eccovi un breve manuale di sopravvivenza al San Valentino di coppia.

 COSA REGALARE

Scenario 1

Lui/lei vi regala qualcosa di eccezionale e voi vi presentate con un tubo di baci perugina al quale, a voler contare, mancano un paio di cioccolatini (non è colpa vostra se a una certa ora vi crolla la pressione e necessitate di zuccheri).

cioccolatini-forma-cuore

Scenario 2

Voi  investite l’intera tredicesima in un regalo vip, e lui/lei vi rifila un bigliettino musicale che pigola il tema di love story (che poi lo sa il cielo perché a San Valentino tutti i peluche, le tazze, i portachiavi e ogni sorta di corbelleria, debbano emettere la colonna sonora di un film dove lei schiatta, dopo atroci sofferenze. Ma vogliamo proprio cercarci la rogna col lanternino?)

 71YvbDNeXkL._UY395_

COSA ORGANIZZARE

Scenario 1

Una cosina semplice, tanto quel che conta è l’ammmore. Giusto, ma se poi lui/lei dovese pensare che lo/la date per scontato/a.

1360532280_pizza-cuore-defibrillatore

Scenario 2

Organizzate qualcosa in grande stile, ma in tal caso lui/lei potrebbe scambiarvi per un/a fanatico/a di San Valentino, che dà troppa importanza a una festa commerciale e superficiale.

San-Valentino-negli-studios-di-Harry-Potter-1

SOLUZIONE

E allora sai che c’è? Se proprio ci tiene, la organizzi lui/lei la serata di San Valentino!

Il segreto per la buona riuscita di questa festa – nonché per il buon esito di una relazione – non sta in cosa regalare o organizzare, bensì nel non accoppiarsi con un/a rompiballe!

Advertisements

3 comments on “San Valentino – strategie di sopravvivenza

  1. L’anno scorso avevo ancora lo sposo e lui non solo non si fece vedere, ma nemmeno sentire. Usando la scusa che dovevo dare anatomia, quando gli altri giorni rompeva per qualsiasi cosa… Il giorno dopo glielo feci pesare e si presentò a casa mia con fiori, cioccolatini, un libro e dei pasticcini, quasi in lacrime. Fortuna che il 13 è il compleanno di una mia cara amica.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s

%d bloggers like this: