Patataridens

Il blog della comicità al femminile

Don’t feed the (writer) troll!

Quando ancora non avevo pubblicato il primo romanzo, come molti aspiranti scrittori proiettavo nella mia scatola cranica dei colossal hollywoodiani, nei quali immaginavo il mio libro esposto in svariate copie nella vetrine di tutte le librerie del globo, presentazioni gremite di gente e, soprattutto, messaggi da parte dei miei, ovviamente numerosissimi, lettori.

Non che ai tempi mi illudessi di diventare ricca e famosa con i miei romanzi, sapevo benissimo qual era la realtà degli scrittori, specie di quelli esordienti ma, come si usa dire, sognare non costa nulla.

Qualcuna delle favole che mi raccontavo si è tuttavia avverata, per esempio, anche se non mi intasano la casella di posta elettronica, non è raro che qualche lettore mi scriva per porgere congratulazioni, fare domande e talvolta critiche (che se sono costruttive tornano più utili dei complimenti).

Non avrei tuttavia immaginato che, una volta pubblicato il primo libro, non sarebbero stati soltanto i lettori a scrivermi, bensì anche alcuni personaggi aggressivi e rancorosi che amo definire i “writer troll”.

f45

Il writer troll è uno sconosciuto che aggancia lo scrittore o la scrittrice su di un social network, gli invia un messaggio dal quale sembra trapelare che sia un affezionato lettore, ma le sue intenzioni sono ben altre.

Scopritele in questo video della durata di pochi minuti e, tenete sempre a mente: don’t feed the troll!

Non date corda a un e-polemico, le vostre risposte sono il suo pane!

 

Il testo di questo video prende (triste) spunto da alcune conversazioni realmente avvenute in rete. Qualcosa è stato gonfiato, ma nulla è stato inventato di sana pianta.

Advertisements

2 comments on “Don’t feed the (writer) troll!

  1. cheddonna1
    April 12, 2018

    Quando qualcuno scopre che hai pubblicato un libro ti fa, nell’ordine, le seguenti domande e/o affermazioni.
    1) Anche io (o, a piacere, mia sorella, mio cugino, la mia parrucchiera) ho scritto un libro!
    2) Quanto hai pagato?
    3) Si può campare scrivendo libri?
    Per questo, nella vita reale, tendo a non parlare mai dei miei libri…

    • Desy
      April 12, 2018

      Dal vivo personalmente mi hanno sempre fatto domande ispirate da sincero interesse, è online che la gente perde ogni ritegno.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: