Patataridens

Il blog della comicità al femminile

Libri umoristici – Buon compleanno Profumiere!

Le Profumiere, il libro umoristico sulle donne che prima la promettono ma poi non la mantengono, nato da alcuni post pubblicati su Patataridens, compie un anno!

Chiamatele gatte morte, profumiere o shampiste, chiamatele come vi pare, tanto il risultato non cambia: non ve la daranno mai!

Correva il 5 ottobre del 2017 (e meno male che correva lui perché le due autrici, vuoi per l’età, vuoi per il fisico, non sarebbero state in grado di farlo!) quando, grazie a Imprimatur Editore, le profumiere incominciarono il loro viaggio nelle librerie.

In genere per festeggiare il compleanno si usa offrire da bere, ma le profumiere, è cosa  nota, non offrono nulla, anzi, se possono scroccano; inoltre per quanti passi avanti abbia fatto la tecnologia, ancora non è stato inventato un modo per condividere i drink come fossero tweet.

Desy e Darinka, le due autrici, non appartengono però alla categoria delle profumiere (Un tempo forse… Chi può dirlo?), e infatti sono ben liete di offrirvi uno dei più divertenti capitoli del libro.

Forza amici ridens, date un’annusata!

 buon compleanno profumiere

La profumiera Radio taxi

Questa tipologia di Profumiera è tra le più diffuse dell’universo profumieristico. Il suo ambito d’azione sono le cricche di amici, nelle quali individua uno o più boccaloni che assolvano alla funzione di suoi autisti personali. La Profumiera Radio Taxi infatti non ha la macchina, oppure ce l’ha ma “non la prende di sera”. Il perché l’auto della Profumiera non si possa utilizzare dopo il tramonto è un mistero che la scienza non ha ancora dipanato. Forse la sua macchina soffre di una sorta di vampirismo automobilistico che, al calar delle tenebre, la trasforma in un ordigno di morte stile Christine la macchina infernale; o magari il veicolo è affetto dalla sindrome di Cenerentola e dopo la mezzanotte l’abitacolo si tramuta in zucca, e i cavalli del motore diventano topolini.

Come vi aggancia la Radio Taxi?

Siete in un locale e state passando un’allegra serata con amici e conoscenti. Tra i presenti – scusate il bisticcio di parole -è presente anche la ProfumieraRadio Taxi. L’avete già vista in altre occasioni ma, sino a quel momento, non vi ha degnati di uno sguardo. Una certa sera però la fortuna sembra girare dalla vostra; la fanciulla si avvicina e si mette amabilmente a chiacchierare. Lei vi racconta il tal divertente aneddoto di lavoro, e voi ridete condiscendenti, immaginandola nuda e distesa sulla scrivania. Lei vi narra le peripezie di Poldo, il suo gatto soriano, e voi la immaginate a quattro zampe col costume di Cat Woman, mentre intona un orgasmico MIAO. Lei vi dice che deve andarsene perché sta per passare l’ultimo autobus, e voi pensate a dove andrete ad abitare dopo il matrimonio e a come chiamerete i vostri due figli, nati rispettivamente dal coito sulla scrivania e dall’amplesso in stile Batman.

“Ti porto a casa io!” le parole sgusciano dalle vostre labbra senza che il cervello vi abbia messo becco.

L’abbordaggio della Profumiera radio taxi è riuscito!

La riporterete a casa senza che accada nulla, ma la cosa non vi demoralizzerà, al di là dei vostri porno castelli in aria si è trattato soltanto di dare un passaggio a una ragazza simpatica con la quale avete chiacchierato una mezzoretta.

Nei giorni seguenti accadranno però cose in grado di rinfocolare le vostre speranze.

Domenica mattina la Profumiera Radio Taxi vi chiederà l’amicizia su Facebook.

Il martedì vi invierà una foto del già menzionato Poldo. Seguirà vostra risposta piena di emoticon nella quale giurerete di non avere mai visto un gatto tanto adorabile.

Il mercoledì lei vi scriverà accennandovi a una bella serata per il weekend, alla quale prenderà parte tutta la vostra combriccola.

Il venerdì voi le scriverete per confermare la serata, ma lei risponderà che, purtroppo, non ha trovato un passaggio in auto.

Come prosegue la storia potete ben immaginarlo: andrete a prenderla, ci chiacchiererete durante il tragitto, arrivati al locale lei vorrà offrirvi da bere per ringraziarvi del passaggio ma voi non accetterete e, anzi, pagherete tutti i suoi drink, dopodiché la riporterete a casa. Una volta nei pressi della sua abitazione, per evitare eventuali effusioni da fine serata, la Profumiera Radio Taxi si lancerà fuori dal veicolo ancora in corsa, zippando un saluto e un accorato ringraziamento.

Questa triste tiritera andrà avanti per settimane e quando voi inizierete a stufarvi, la Profumiera Radio Taxi riattizzerà le vostre aspettative con un messaggino un po’ più allusivo del solito, o con l’invio di una foto del gatto Poldo nella quale però appare anche la bella padroncina, magari con indosso un top particolarmente panoramico.

Visto e considerato che non ve la darà mai, le soluzioni per liberarvi di lei sono soltanto due.

  1. Tirate fuori le animelle e mandatela a quel paese, specificando di incamminarsi di buon mattino, visto che dovrà andarci a piedi.
  2. Vendete l’auto.

profumiere_fronte_low-703x1024

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: