Patataridens

Il blog della comicità al femminile

Dai Bridgerton a Lourdes Maria, il debutto in società di una fanciulla

Lo scorso Natale gli utenti di Netflix (ma più che altro le utenti) hanno trovato sotto l’albero una graditissima sorpresa: Bridgerton,  una serie televisiva – basata sui romanzi di Julia Quinn – ambientata a Londra in un’epoca regency utopica e multirazziale. La storia ha per protagoniste due famiglie – Bridgerton e Featherington – entrambe alle prese con il debutto in società delle figlie maggiori.

Oggi i debutti in società sono quasi del tutto estinti, e quelli che ancora sopravvivono sono mere rievocazioni storiche che hanno perso il loro obiettivo originario, quello cioè di consentire alla famiglie abbienti di esibire le proprie figliole, affinché trovino un buon partito.

il debutto di Daphne Bridgerton

I  balli delle debuttanti  sono scomparsi perché – grazie al cielo – ormai le fanciulle, abbienti o squattrinate che siano, possono esibirsi da sole e, nella maggior parte dei casi, non pensano affatto a  procurarsi un buon partito. Molte di loro ci penseranno in seguito, quando saranno prossime alla quarantina e l’assortimento degli scapoli sarà ormai  agli sgoccioli… Ma questo è un altro problema.

Torniamo piuttosto alle signorine Bridgerton e Featherington e al loro debutto in società: il debutto di Philippa e  Prudence Featherington non andrà affatto bene a causa di abiti troppo gialli e corsetti troppo stretti; quello di  Daphne Bridgerton, invece, sarà un trionfo e la regina la definirà “l’incomparabile della stagione”.

Risultato: Bridgerton 1 – Featherington 0.

Il destino sociale e matrimoniale  di tre donne è stato decretato nel tempo di un inchino, il che è spettacolare quanto ingiusto.

Per fortuna oggi nessuna ragazza si gioca più il tuto per tutto a un ballo, ma questo non significa che i debutti non esistano più, anzi!

Qualche giorno fa, per esempio, il web si è riempito di articoli che annunciavano il debutto su Instagram di Lourdes Maria Ciccone Leon, detta Lola, figlia della popstar Madonna.

Pargola di cotanta madre, la ventiquattrenne ha subito messo in mostra le sue doti più evidenti: un bel fondoschiena e un pessimo carattere. Lola Ciccone ha infatti raccolto decine di migliaia di follower in poche ore, ma non è riuscita a far sua la regola del “don’t feed the troll” e a trattenersi dal prendere a male parole gli autori di commenti malevoli, specie se indirizzati alla madre (la mamma è sempre la mamma, anche se  fa la popstar!).

Meglio il debutto regency fatto di corsetti soffocanti, inchini e soavi abiti bianchi; o il debutto web sboccato e scosciato di Lola Ciccone?

Personalmente non consiglierei nessuno dei due ma, a dover proprio scegliere, probabilmente opterei per il debutto un po’ cafone della “Madonnina” che, al contrario delle signorine della reggenza,  può sempre rifarsi di una brutta figura con un paio di click.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: