Patataridens

Il blog della comicità al femminile

“Alla fiera dell’ex” di Jessica Calì (Biblioteca umoristica Mondadori)

Avete il famigerato “blocco del  lettore” del quale tanti, in questo periodo, si lamentano di essere afflitti?

Non trovate la concentrazione per approcciare una lunga lettura?

Ne avete abbastanza di introspezioni  lamentose e  desiderate ridere, ma senza dissipare preziose risate con storielle vacue e improbabili?

Bene, gente, ho giusto il libro che fa per voi!

Divertente, intelligente, che può essere letto tutto d’un fiato ma anche sgranocchiato un po’ alla volta come una ciotola di arachidi e, soprattutto, che vi racconta qualcosa che certamente vi tocca – o vi ha toccato – molto da vicino: Alla fiera dell’Ex di Jessica Calì, uscito per Mondadori il 13 aprile scorso, nella collana Biblioteca umoristica Mondadori.

Il libro nasce dall’esperienza maturata dall’autrice nella gestione della pagina Facebook e Instagram Ed è subito ex, fondata da Enrico Mauro e co- amministrata da Giada Gidari.

Tutti siamo gli ex di qualcuno – da questo presupposto prende le mosse il libro –  ma ci sono tanti modi per diventare ex, e leggendo Alla fiera dell’ex, ne troverete alcuni davvero improbabili.

Perché cimentarsi in un campionario di modi per diventare ex (sia che lo si diventi in modo attivo che passivo)?

Ce lo spiega Enrico Mauro, fondatore della pagina Ed è subito ex, nella premessa dell’opera:

Lo scopo  è duplice: da un lato far ridere fino ai crampi agli addominali, dall’altro far riflettere su quanto la mente umana possa spingersi in là con la fantasia, la creatività, l’inventiva e, soprattutto, la più bieca sfrontatezza.

Leggendo questo libro ho fatto una riflessione: e se i fedifraghi, i frantumatori seriali di relazioni, i principi della sparizione, mettessero la loro astuzia al servizio ella scienza e dell’umanità?

Probabilmente Bill Gates  – per altro anche lui da poco divenuto un ex – e gli altri geniacci suoi pari, sarebbero in buona compagnia e il mondo  diventerebbe un posto migliore.

Il problema  si presenterebbe se questi volponi (e volpone) dell’opportunismo reiterato, del tradimento acrobatico e del rivoltamento di frittata si votassero  al male; allora i peggiori cattivi dei fumetti potrebbero scappare a piangere in un angolino.

Per fortuna i/le volponi/e di cui sopra, non hanno nessuna intenzione di fare del male su larga scala, loro si accontentano di nuocere a una persona per volta (qualcuna di più nel caso dei cornificatori e cornificatrici), e talvolta neppure si rendono conto di far del male… lo fanno e basta!

Un altro grande pregio di questo libro?

Non mette alla gogna i soli uomini, come purtroppo  talvolta accade nella lettura umoristica femminile, ma riserva un equo trattamento a entrambi i generi:

Il cornificatore

“Se si usa il preservativo non è tradimento, perché il pene non tocca la vagina”.

La cornificatrice

“Dopo due anni di relazione scopro di essere cornuto grazie a un messaggio, da lei inviato subito dopo che sono andato via da casa sua, con scritto “Amore mi manchi, lo stregone cattivo è appena uscito”, che lei palesemente ha sbagliato a inviare. Scopro così non solo di avere le corna, ma di essere l’antagonista di una loro storiella fantasy.”

PS: lo ribadisco, qualora non si fosse capito, che vi stra-consiglio questo libro.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: