Patataridens

Il blog della comicità al femminile

La reunion di Friends: quasi una rimpatriata tra ex compagni di classe

Se ne parlava da  qualche anno e finalmente, lo scorso 27 maggio, la tanto attesa reunion del cast di Friends è finalmente andata in onda (in Italia è stata trasmessa da Sky,  in contemporanea con l’uscita americana).

Tra ricordi e grandi ospiti, la reunion è stata un’immersione nella nostalgia; quella dolce  e malinconica del “Come eravamo”.

“Come eravamo” si fa per dire perché, ai tempi di Friends, io e le mie amiche non vivevamo  certo in un bell’appartamento del Village, non uscivamo con divi del calibro di Tom Selleck o  Brad Pitt, non vestivamo abiti meravigliosi (mai gli stessi!) e, soprattutto, davanti a noi non si apriva un ventaglio di  infinite e mirabolanti opportunità (o forse sì, ma non ce ne rendevamo conto?).

Friends, specie se  visto dal punto di vista femminile, era alquanto patinato: le tre protagoniste erano di una bellezza inarrivabile e avevano ciascuna uno stile unico, costruito con splendidi abiti e favolose acconciature. Nella vita vera, tre ragazze del genere non sarebbero state tollerabili dalle comuni mortali come me, non tutte insieme, almeno! Una sola, magari, della quale poter sparlare con le altre  non appena lasciava la stanza, ma tutte e tre proprio no.

Eppure, nel telefilm, Rachel, Phoebe e Monica sembravano così alla mano! Ci identificavamo nelle loro manie e disavventure, oppure  ci rivedevamo le nostre amiche.

Quello era il bello di Friends: guardandolo ti sentivi a casa e, in qualche modo, diventavi il settimo membro della combriccola.

Se dovessi descrivere Friends con un solo aggettivo, sceglierei accogliente!

Rivedere il cast di Friends muoversi nelle stesse ambientazioni ricostruite per l’occasione – l’appartamento delle ragazze, quello dei ragazzi, la caffetteria Central Perk – è stato per me un po’ come partecipare a una riunione di vecchi compagni di scuola; senza tuttavia avere la preoccupazione di apparire invecchiata, ingrassata o  con una carriera troppo misera.

Ma qual è il primo argomento che si affronta alle cene di ex compagni di classe?

Esistono due livelli di conversazione, il promo, collettivo e frontale nel quale ci si domanda a vicenda, magari a tavola,  cosa è successo negli ultimi lustri – matrimoni, figli, divorzi, lavoro, case, mutui… che palle!  -; e il secondo livello, intimo e  angolare,  in cui si spettegola, a piccoli gruppi, di argomenti ben più intriganti, primo fra tutti, lo stato di conservazione degli altri: “Tizia è piena di rughe, Caio ha la pancia, Sempronia ha il seno più grande e il naso più piccolo; sarà perché ha sposato un chirurgo estetico?

“Ma quale chirurgo estetico? Suo marito è un podologo!”.

“Ma va’, fa il pedicure!”

E allora, nel rispetto delle tradizioni delle rimpatriate, parliamo dello stato di conservazione degli attori di Friends.

Le ragazze sembrano essersi conservate assai meglio dei ragazzi; Rahcel (Jennifer Aniston) e Phoebe (Lisa Kudrow)  mostrano il viso appena segnato dal tempo, giusto quel micro cedimento di chi affronta l’inevitabile declino con grazia. Monica (Curteney Cox) invece è identica a  vent’anni fa;  il suo volto appare liscio e plastificato rispetto a quello delle sue colleghe, ma non si può certo dire che abbia esagerato coi tiraggi e i rigonfiamenti.

I ragazzi, invece?

Quando andava in onda Friends ero combattuta tra l’amare il nevrotico e sarcastico Chandler (Matthew Perry), o  Joey (Matt Le Blanc) bello e  un po’ stupidino ma pieno di trovate divertenti; non presi invece  mai in considerazione il dolce e un po’ lagnoso Ross (David Schwimmer), cosa della quale sono certa lui non si sia mai rammaricato.

Quanto mi sbagliavo!

Ross è decisamente  quello meno invecchiato, ma forse questo dipende dal fatto che in quanto paleontologo, ha una certa dimestichezza nel trattamento dei reperti.

La trasformazione più evidente è quella di Joey; ingrigito e ingrassato, ma ancora con la battuta pronta e il suo ampio corredo di espressioni buffe.

Cedimenti strutturali a parte, cosa è successo nella reunion?

Le solite cose: interviste, aneddoti, lacrime (un po’ troppe), grandi ospiti e qualche bella trovata come il riproporre il gioco quiz col quale Chandler e Joey vinsero l’appartamento delle ragazze.

Le domande, ovviamente, riguardavano  piccoli dettagli della serie che noi fan ricordiamo benissimo, ma che gli attori hanno dimenticato.  

Altra trovata simpatica è stata la sfilata con gli abiti più iconici della serie: il vestito da damigella di Rachel indossato da Cara Delevingne, i pantaloni in pelle di Ross (quelli che dopo aver abbassato non riusciva più a rinfilare) portati da Cindy Crawford, e il costume da patata spaziale di Ross sfoggiato da Justin Bieber.

Meno d’impatto, ma molto interessanti, i commenti degli autori Martha Kauffmann e David Crane (anzi, forse la parte più interessante è proprio quella).

Il momento che più ho apprezzato?

La comparsa di Janice (Maggie Wheeler), la fidanzata tira e molla di Chandler  che intervallava i suoi discorsi con degli acuti “Oh mio Dio!”.

Peccato che non le abbiano concesso che poche parole; la sua risata da bambola meccanica, in questi anni, mi è un po’mancata.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: